INTERNET È LA CHIAVE DEL SUCCESSO.

DAI IMMAGINE ALLA TUA AZIENDA. ORA !

Martedì, 26 Agosto 2014 09:18

IN VIAGGIO TRA I SITI PIU CLICCATI DEL PIANETA - 2° PARTE

Vota questo articolo
(0 Voti)

1410024617 Flag of RussiaVKONTAKTE - dalla Russia con furore, il gigante  dalla vita travagliata. Secondo l'ultimo aggiornamento risalente al 1° Agosto di quest'anno, sta moltiplicando la sua popolarità proprio negli ultimi anni. Con i suoi 240 milioni di profili e con un traffico  di 55 milioni di visitatori ogni giorno, e' il secondo social network più visitato in Europa.

Un colosso del networking che ben si è saputo imporre nel gigantesco subcontinente eurasiatico, VKontakte, in russo ВКонтакте ovvero - InContatto, rappresenta infatti il social network più diffuso e conosciuto in Russia e in tutti  paesi dell'ex Unione Sovietica, soprattutto  in Bielorussia, Kazakhistan, Uzbekistan and Ucraina, dove riscuote il maggior successo. 

Il sito presenta le stesse funzionalità di qualsiasi social network mettendo in contatto attraverso post sulle proprie pagine personali, like- button, chat pubbliche e private, e offrendo la possibilità  di condivisione di file fino a 10 allegati in un solo post, scaricabili dall'utente, dando così l'opportunità agli utenti di scambiarsi molto facilmente film e musica direttamente dalla rete social. Il sito è visitabile in lingua russa e ucraina e in altre 41 lingue, anche se  la sua versione in molte delle lingue suddette sembra non essere mai stata ufficializzata dalla società. Il social eurasiatico offre anche una divertente versione Sovietica, con tanto di approvazione della censura per ogni messaggio inviato e una versione prerivoluzionaria per i nostalgici dell'impero zarista, concepito con stile classico, linguaggio d'epoca, e persino l'ortografia antica della lingua.

Proprio come in molti altri casi di altrettanto fortunati concorrenti, VKontakte fu concepito inizialmente come una rete informatica tra studenti e laureati di istituti superiori in Russia, e a partir dalla sua diffusione nel 2006 ricevette velocemente l'attenzione di diversi investitori. II suo fondatore seppe intelligentemente rifiutare varie offerte di acquisto propostegli agli albori della sua popolarità, e nel corso degli anni riuscì anche a gestire uno dei percorsi più travagliati e tormentati conosciuti dalla rete.

A causa della sua funzionalità e del suo design, il sito russo è stato accusato fin dalla sua nascita di essere un palese "clone" di Facebook. Già durante uno de suoi primi anni di vita fu vittima di un violento attacco informatico, che lo rese fortemente  instabile nel giro di pochi giorni. Il St. Petersburg Times portò a galla nel 2009 un caso di diffusione di un trojan virus sul social russo che causò il furto della password di accesso di oltre 135.000 utenti. Nel 2011 rappresentò il principale mezzo di comunicazione per l'organizzazione delle proteste antiputiniane, rendendosi fondamentale per il coordinamento dell'azione politica delle manifestazioni di malcontento sociale. Nel 2013 il sito venne persino coinvolto nello scandalo Datagate, con insistenti e talora  confermate voci su una collaborazione diretta di Edward Swonden, autore delle rivelazioni che hanno fatto tremare i più grandi della terra, forse per il rafforzamento della sicurezza della rete social russa. Infine sempre nello stesso anno, il sito venne ufficialmente reso inaccessibile in Italia in seguito ad un provvedimento della procura di Roma riferite secondo la stampa a violazione di copyright riguardanti la diffusione di un noto film italiano.

Un difficile iter ha caratterizzato dunque il gigante social russo, ma le numerose, talvolta  aspre polemiche che da sempre lo  hanno circondato, non hanno intaccato il suo successo. Il sito sembra infatti seguire un inarrestabile diffusione: se ad aprile 2012 contava 160 milioni di utenti, oggi arriva a 240 milioni di profili e sembra sempre più diffondersi non solo tra ragazzi e studenti ma anche tra le fasce di età più elevate.

Chissà che in futuro non possa contribuire a quel necessario  processo di avvicinamento sociale tra la nostra Europa e il gigantesco stato russo, portando al confronto milioni di persone per ora lontane nello sconfinato continente eurasiatico.

 

 

e-max.it: your social media marketing partner
Letto 1149 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.